La lanterna


Abbiamo voluto chiamare così uno spazio dove portare alla luce azioni , persone, avvenimenti positivi perché convinti che non tutto in Atac sia da buttare via! L’esperienza ci insegna che spesso le azioni e i comportamenti virtuosi, così come le persone che svolgono il proprio lavoro con etica e professionalità non amano dar mostra di sé al contrario si muovono con la semplicità e la discrezione di chi è consapevole di fare solo il proprio dovere.

Da qui l’idea della Lanterna ….una lanterna è sempre discreta il suo raggio illumina …quasi mai acceca …..è di questa luce che ci facciamo portatori perché convinti che di fari accecanti e pubblicità negativa ce né sono stati abbastanza sulla nostra Azienda …

La lanterna ci aiuterà a portare una luce riguardosa sulle “buone prassi” da mettere in risalto e prendere come esempio per il cambiamento!

Oggi , la nostra lanterna vuol fare luce sulle donne che lavorano in Atac in quanto riteniamo che l’uragano parentopoli sbattuto sulle pagine dei maggiori quotidiani di Roma e del Paese abbia mostrato un’immagine femminile offensiva e distorta, facendo così di tutta un erba un fascio…!.

La nostra è un’Azienda tradizionalmente caratterizzata da figure maschili.

Nell’immaginario collettivo l’autoferrotramviere è da sempre identificato come autista ed infatti agli inizi della storia aziendale le donne erano impiegate solo nelle attività amministrative.

Fatta esclusione nel periodo della guerra quando, prendendo il posto degli uomini, richiamati alle armi, li sostituirono alla guida dei tram cittadini.

Grazie all’evolversi della legislazione italiana dalla parità alle pari opportunità, si è contribuito a rimuovere quegli ostacoli che impedivano di fatto anche in Atac l’accesso al lavoro di donne in qualifiche rivestite esclusivamente da uomini.

Attualmente le donne non sono più solo impiegate nei ruoli amministrativi ma ci sono dipendenti anche nell’esercizio. In Atac oggi le troviamo anche con qualifiche di : operatrici e coordinatrici di esercizio, operatrici di stazione, capotreno, venditrici e verificatrici di biglietti , ausiliarie del traffico

Sono donne giovani e meno giovani, talune laureate, alcune ancora alle prese con gli studi altre con il problem solving giornaliero di conciliare la vita lavorativa con quella familiare, ma tutte affrontano, ogni giorno , il loro lavoro con professionalità e diligenza.

A loro e alla loro dignità …la lanterna …dona tutta la sua luce e rivolge un sommesso invito a non abbassare la guardia !!! *

* (Vigilare con particolare attenzione sui contenuti della trattativa che azienda e sindacati stanno portando avanti in questi giorni )

Be Sociable, Share!
This entry was posted in Attualità and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

4 Responses to La lanterna

  1. Susan says:

    These are impressive articles. Keep up the noble be successful.

  2. Ayumi says:

    I absolutely love your blog and find a lot of your post’s to be precisely what I’m looking for.

  3. Federico Bonetti says:

    Bravi!

  4. Stefano says:

    Bellissima l’immagine della lanterna… suggestiva ma anche efficace